aforismi di francesco la manna .webmaster   .contatti   .copyright  




 


     .menù
 

VOCI


AUTORI


Gli aforismi riportati in questa pagina sono pubblicati col consenso dell'autore (un giovane di Foggia, laureato in Lettere e Filosofia), che ne detiene a tutti gli effetti la proprietà letteraria.


Noi pensatori siamo siamesi di una sola veneranda, nullìpara madre.

L'apparenza non sempre inganna.- È proprio perché abbiamo qualcosa in più, il motivo per il quale non ci riconoscono.

L'astinenza alla verità. L'avvelenamento per causa sua.

Non si può sapere quanto sia stata illusoria la vita. Di certo, poco prima di morire, si può esitare se valga la pena morire. A questo punto potrebbe essere allettante farsi ingannare dalla verità.

Molti tornano indietro, ma non per viltà. È stata la vergogna a spingerli fino all'orlo.

L'omeopatia guarisce il malato che ha sperato nel contagio.

Le coincidenze sono fatali, quando coadiuvano il destino.

Talvolta si evitano le discussioni non perché non ci si senta all'altezza, ma perché non si trova qualcuno che si abbassi alla nostra soluzione.

Di fronte ad una atemporale verità, il tempo non è mai un alibi.

L'apice di una verità: non l'ostensibile ma il dubbio che la verità ci fa accrescere affinché il più acuto di noi tocchi l'apice.

È più insolente approfittarsi della verità, o esagerare con la menzogna?

Il coraggio di mentire -: la codardia di dire la verità.

Si suole ammettere la colpa per non dire la verità. Inteso che per la verità si è sempre colpevoli.

Per redimersi dal peccato, si deve amare nella misura in cui ci si pente. L'amore è l'unico peccato per il quale non possiamo essere perdonati.

Se non gli occhi, vogliono aprirci almeno i paraocchi.

Se non si ha acume, al momento, si diventa ciechi. Miopi divennero coloro che si sforzarono in lungimiranza.

In pochi casi i coglioni sono norme di vita. Basterebbe adeguarvisi. In moltissimi altri, basterebbe solo impararne le regole per evitarsi.

Il suicidio è una velleità. Attuato da giovani risparmierebbe la consuetudine di realizzarsi, per le speranze di una vita imminente.

Il suicidio di un giovane è una forma d'arte, che l'arte stessa immortala nella giovinezza mai ambita.

Le ragazze diventano noiose, quando non si riesce ad imbarazzarle.

I difetti assicurano che uno non si possa mai smentire. Le virtù sono inaffidabili: non sempre presuppongono la verità.

La droga manifesta ai giovani la complessità dell'occorrenza oppure nasconde altre esplicate opportunità.

Le droghe fomentano la realtà. Molti le usano per rappresaglia contro di essa.

Date occasione alle donne di mentirvi, e opportunamente vi diranno la verità.

Innanzi ad un uomo senza senso la donna non è mai ipocrita.

Non si devono mai fare promesse durante un orgasmo.

Quando esalti una ragazza brutta, quella bella dubita della propria intelligenza.

La sfacciataggine è il rimedio a qualsiasi indugio: come l'intelligenza, per esempio.

La metafisica per i giovani è il disincanto delle droghe.

La menzogna è l'onestà di chi non vuole essere scoperto.

home