aforismi di stellario panarello .webmaster   .contatti   .copyright  




 


     .menù
 

VOCI


AUTORI


Gli aforismi riportati in questa pagina sono tratti dal libro Dizionario semiserio di Stellario Panarello. Essi sono pubblicati col consenso dell'autore, che ne detiene a tutti gli effetti la proprietà letteraria.
Per notizie biografiche clicca qui.


O la storia è una cattiva maestra.
O i suoi alunni troppo asini.
O entrambe le cose.

La vita è una scuola. Molti non studiano, sperando che gliela facciano ripetere.

Se Dio è infallibile, la creazione dell'Uomo deve averla ceduta in appalto.

L'unica coscienza che andrebbe coltivata è quella dei propri limiti.

Abbiamo tutti occhi simili.
E visioni diversissime.

Correndo per sfuggire al proprio destino, otterremo solo di andargli incontro correndo.

Il peggiore dei difetti, è credersene immune.

Non comprare mai nulla il cui prezzo sia il rispetto di te stesso.

O fortuna!
Non scambiare per ingratitudine la mia incontentabilità.

Il tuo atteggiamento bonario e confidenziale verso una persona meschina, verrà da questa scambiato per debolezza.

Ascolta i buoni consigli, ma segui solo i buoni esempi.

Ci può essere salute senza felicità. Ma non felicità senza salute.

Se sei stato sempre corrisposto, non hai mai conosciuto l'amore.

Puoi fare in modo che nessuno ti capisca. Ma non che ti capiscano tutti.

Studia sempre per vivere meglio. Senza chiederti se ci sarà un esame finale.

Insegnare è trasmettere conoscenza. Non inculcarla.

La felicità non invidia la ricchezza.

Diffida di chi non fa che parlare della sua grande sensibilità.

Tertium non datur.
O Dio ha creato l'uomo.
O l'Uomo ha creato dio.

Originalità è dire cose vecchie con parole nuove.

Nella vita, per non sbagliare, non bisognerebbe mai rischiare.
Così facendo però, tutta la vita diverrebbe un unico, grande sbaglio.

Un conoscente ti pensa ogni tanto.
Un amico ti pensa spesso.
Un nemico ti pensa sempre.

Gli uomini si sono creati degli Dei diversi, pur di avere qualche motivo di intolleranza in più.

Due le promesse che non manterrai:
una si chiama "sempre", l'altra "mai".

Guerre di religione?!
Se Dio c'è, non vuole.
E se invece c'è, che diavolo state facendo?

Spesso i risultati che otteniamo sono inversamente proporzionali agli sforzi fatti per raggiungerli.

Il tollerante deve tollerare tutto. Anche l'intolleranza.

Meglio un sogno assurdo, che nessun sogno.

Felicità è saper sopportare l'infelicità.

Tutto ciò che nella vita ha veramente valore, non è in vendita.

I vizi sono più contagiosi delle virtù.

home

Ricerca personalizzata